Il 16 febbraio è cambiato il mondo assicurativo o meglio la parte relativa alla RCA, mettendo un sorriso in più al consumatore che per legge deve assicurare il proprio mezzo e, forse, un sorriso in meno alle compagnie di assicurazione che si sono trovate a far fronte a una nuova tariffa e ad un nuovo modo di assicurare.

Ma di cosa stiamo parlando? Probabilmente lo avrete già intuito, il Bonus Famiglia che altro non è che una versione 2.0 del decreto Bersani in quanto consente di trasferire la classe di merito da un veicolo ad un altro anche se quest’ultimo non appartiene alla stessa tipologia (mentre il decreto Bersani prevedeva il solo passaggio tra mezzi della stessa classe: auto con auto, motocicli con motocicli, autocarri con autocarri etc..). Restano invece salve le disposizioni già in essere con il Bersani ovvero: il trasferimento della classe di merito nel caso in cui il proprietario del nuovo mezzo fosse lo stesso o un famigliare con lui convivente; e la possibilità di utilizzare tale normativa solo per le persone fisiche  non per le giuridiche.

Fino qui tutto molto bello, non trovate? Se prima l’acquisto di una nuova moto faceva venire il mal di testa al pensiero dell’assicurazione ora si può tirare un sospiro di sollievo in quanto è possibile agganciarsi alla polizza dell’auto e/o viceversa e quindi beneficiare di un importante risparmio……

Riassumendo, il concetto base del bonus famiglia è il passaggio della classe di merito tra veicoli di diverse categorie al fine che il proprietario (persona fisica) del nuovo mezzo sia lo stesso oppure un famigliare stabilmente convivente. Questo concetto è applicabile sia per le nuove polizze sia per i rinnovi, ovviamente annuali.

Perfetto, fin qui tutto chiaro, ma ci sono ovviamente delle restrizioni. Il bonus Famiglia è applicabile solo nel caso in cui il possessore della classe di merito abbia un attestato “pulito”, privo di sinistri. O meglio deve essere completo e non aver subito un sinistro con responsabilità esclusiva, principale o paritaria negli ultimi 5 anni e in quello in corso.

Ricapitolando il bonus famiglia è attivabile sono nel caso in cui il possessore della classe di merito non presenti sinistri nel suo attestato.

Un po’ di chiarezza è stata fatta, grazie anche alla pratica di questi giorni dove abbiamo potuto procedere con l’emissione di nuovi preventivi e polizze. La bella stagione si sta aprendo e non ci resta che prepararci con una nuova assicurazione in termini di tariffa, classe ma sempre con la stessa qualità.

Se volete saperne di più o siete curiosi di un nuovo preventivo contattateci senza impegno oppure passate a trovarci in agenzia, saremo lieti di aiutarvi.

Per ricevere informazioni dettagliate da un nostro incaricato

0 commenti

Invia un commento

Come fare in caso di sinistro all’estero?

Come fare in caso di sinistro all’estero?

Una breve pillola di agenzia per farvi capire i meccanismi di gestione di un sinistro all'estero, dalla documentazione necessaria alle tempistiche.   Non sarà il periodo dei viaggi on the road, ma comunque c’è chi viaggia in auto e si trova per piacere o per lavoro...

La pensione, questa sconosciuta

La pensione, questa sconosciuta

Negli ultimi anni abbiamo perso un po’ di “speranza” su quella che è l’ambita pensione, soprattutto per chi pensava di essere vicino al traguardo e si è trova  dover lavorare ancora diversi anni con una prospettiva di mantenimento dello stesso tenore di vita che va...

Share This