Ad oggi si sente sempre più parlare di omicidio stradale ma resta dubbio in cosa consista e quali siano le conseguenze…

Il codice penale punisce con il reato di omicidio stradale chiunque cagioni per colpa la morte di una persona a seguito di una violazione delle norme sulla disciplina della strada. Leggendo attentamente la normativa si capisce come non sia necessario essere alla guida di un auto per commettere un reato di questo genere ma basta condurre qualsiasi altro mezzo, come una semplice bicicletta.

Al fine di sensibilizzarvi sull’argomento vi proporremo due casi di omicidio stradale a seguito di un incidente provocato a bordo di una bicicletta. Nel primo caso un ragazzo di 12 anni che stava facendo una gita in bicicletta lungo il fiume, urtò una signora di 71 anni la quale cadde nel torrente e dopo essere stata in coma per 1 anno e mezzo morì. I famigliari della vittima chiesero un risarcimento sia ai gestori del parco, per la mancata protezione tra il torrente e la pista ciclabile, e alla famiglia del ragazzo che provocò l’incidente. L’assicurazione del parco pagò il risarcimento per entrambe le parti per poi rivalersi sulla famiglia del ragazzo. La cassazione. Dopo anni di tribunale, recentemente ha messo fine alle varie discussioni ritenendo il ragazzo (ormai maggiorenne) responsabile dell’incidente imponendogli un risarcimento, da versare a favore dei familiari della vittima, di 300 mila euro.

Nel secondo caso, analogo al precedente, una ragazza che stava andando in bicicletta, colta da una distrazione, investì una signora anziana che stava attraversando la strada a piedi. La signora a causa dei traumi subiti morì e successivamente la ragazza fu condannata a 1 anno e 4 mesi a seguito di omicidio stradale.

Entrambi i casi portano a riflettere su come una semplice distrazione possa causare gravi danne alle persone intorno a noi oltre che a noi stessi. Ecco perché è importante tutelarsi da imprevisti come questi che potrebbero causare non solo danni morali/personali a noi e ai cari del soggetto coinvolto ma anche ingenti danni economici conseguenti a una tutela legale.

La tutela legale è una garanzia necessaria per proteggerti al meglio in caso di reato

Per ricevere informazioni dettagliate da un nostro incaricato

0 commenti

Invia un commento

Bonus famiglia? scopriamo di cosa si tratta

Bonus famiglia? scopriamo di cosa si tratta

Il 16 febbraio è cambiato il mondo assicurativo o meglio la parte relativa alla RCA, mettendo un sorriso in più al consumatore che per legge deve assicurare il proprio mezzo e, forse, un sorriso in meno alle compagnie di assicurazione che si sono trovate a far fronte...

Come fare in caso di sinistro all’estero?

Come fare in caso di sinistro all’estero?

Una breve pillola di agenzia per farvi capire i meccanismi di gestione di un sinistro all'estero, dalla documentazione necessaria alle tempistiche.   Non sarà il periodo dei viaggi on the road, ma comunque c’è chi viaggia in auto e si trova per piacere o per lavoro...

Scopri l’unica assicurazione con l’auto inclusa!

Scopri l’unica assicurazione con l’auto inclusa!

Vuoi guidare un’auto nuova senza acquistarla? Da oggi è possibile grazie alla partnership tra UnipolSai e Carserver. L’unione tra UnipolSai e Car Server ha portato alla creazione di un Noleggio a Lungo Termine innovativo: tutto è incluso, compresa l’assicurazione con...

Siti online: occhio alle truffe assicurative!

Siti online: occhio alle truffe assicurative!

Quando si acquista una polizza RCA online bisogna fare molta attenzione: ecco come riconoscere i siti falsi. La commercializzazione online delle polizze assicurative ha portato una maggior concorrenza nel campo della Responsabilità Civile Auto. Il consumatore con un...

Share This